HEADER2017 1

Sede provvisoria Via Monte Grappa 6 - 41034 Finale Emilia (MO) - Centralino Tel. 0535.788111 - Fax. 0535788130P.E.C. comunefinale@cert.comune.finale-emilia.mo.it 

IBAN: IT82E0611566750000000133314 - SWIFT CRCEIT2

Lunedì 25 Settembre 2017

 RERALLERTE2017 

     Seguici anche su:

   facebook-logotwitterGoogle-Plus-Logo2logo youtube

Cerca nel sito del Comune di Finale Emilia

Giovedì, 22 Maggio 2014 14:02

4:03/9:00, una bellissima festa

Pubblichiamo l'articolo del giornalista (e podista) Alberto Setti, postato sul sito www.staffettaterremotoemilia.it

Uno spettacolo di colori, vicini e lontani, come quelli indossati da un appassionato di podismo giunto appositamente da Matera, perché crede nello sport e nella solidarietà. Uno spettacolo di popolo, che tra strette di mano, battute del "cinque", parole di incoraggiamento, si è alternato sulle strade del cratere. Un popolo partito da 8 stazioni diverse (Modena, San Giovanni Persiceto, Bondeno, Carpi, Mirabello, Rivara, Moglia) ai margini della terra che due anni fa ha tremato devastante. Otto cortei festanti di persone che camminavano e correvano e che hanno fatto tappa in 40 paesi, tanti quanti il terremoto ne ha colpiti. In tutto almeno 400 persone, molte delle quali hanno percorso i "loro" tratti di terra, molte che invece hanno voluto essere alla tappa finale, quella dell'arrivo congiunto a Novi, per la festa di solidarietà quest'anno organizzata da "Quelli di Novi", il gruppo podistico locale. Molti, artefici di una vera impresa, l'hanno voluta fare proprio tutta la loro corsa. Iniseme giovani e campioni d'un tempo, atleti e non. C'è un ragazzo che da Bondeno non ha mai smesso di correre fino a Novi, per oltre 50 chilometri, c'è chi ha fatto altrettanto da Finale, 32 km, chi da Carpi... Ci sono state donne e ragazze, solitamente lontane dal mondo delle manifestazioni podistiche domenicali, che si sono gettate con passione nella mischia e, sorprendendo tutti, hanno corso per 20 km e oltre. E poi a Rivara c'erano i bambini del settore Atletica della polisportiva sanfeliciana, con i genitori che hanno percorso uno dei tratti riservati ai camminatori. Modena, una città che continua a manifestare un certo e incomprensibile "distacco" dai terremotati e dalla Bassa, ha per contro trovato nel gruppo Interforze una bandiera bellissima e intrisa di emozioni, con la partenza dalla questura benedetta dalle autorità della polizia. Perché tanti degli uomini delle forze dell'ordine due anni fa erano nella Bassa, accanto alla gente della Bassa. E certe esperienze non si possono dimenticare. Ecco, la staffetta che unisce e solidarizza nel modo più naturale e salutare, proprio questo vuole essere: l'unità di un territorio che non si chiude nelle singole comunità, ma le mette in rete, per condividere le esperienze e la realtà. Quanta gente, ancora sabato, si è commossa al passaggio davanti alle case demolite, ancora tagliate dalle crepe, o nelle piazze desolate senza i monumenti, i palazzi, le loro storiche connotazioni. In quelle piazze ancore ferite un vivace fiume di popolo ha portato un po' di colori e un po' di speranza, ha portato la forza dello sport, grazie alla collaborazione dei Comuni e delle polizie municipali. E grazie alle offerte della gente la staffetta, che non vuole essere una manifestazione fine a se stessa, porterà anche il finanziamento di una struttura sportiva, nel Comune di Novi.
Grazie a chi c'era, grazie a chi si è commosso all'arrivo, come nelle gare che contano della vita. E grazie agli amici di Novi che con l'aiuto delle altre associazioni e del Comune ci hanno riservato una meravigliosa accoglienza, bagnata finalmente dal sole dopo due anni di pioggia. Un segno di speranza. La staffetta proseguirà, per la passione di chi la conosce, per farsi conoscere da quanti ancora non ne hanno colto i valori di purezza e di fratellanza, per testimoniare la solidarietà paritaria dello sport a tutti i nostri paesi. Senza lasciare indietro nessuno, come sappiamo e vogliamo fare noi della Bassa, noi dello sport.
Grazie, amici grandi, grandissimi
Alberto Setti

Letto 1617 volte

I cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione. I Cookies sono impiegati per il funzionamento essenziale del sito e per la raccolta dati di navigazione utente. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information